Cos’è la disfunzione erettile

disfunzione-erettile psicologico

La disfunzione erettile o impotenza è definita come l’incapacità dell’uomo a raggiungere o mantenere l’erezione; di conseguenza il soggetto non riesce a portare a termine il rapporto, con una serie di conseguenze psicologiche rilevanti. La disfunzione erettile colpisce circa il 13% degli uomini di tutto il mondo, soprattutto oltre i 70 anni.

Viene classificata in primaria, se si manifesta già all’inizio della vita sessuale del soggetto, e in secondaria, se invece interviene in un secondo momento. E’ inoltre definita generalizzata se sempre presente nell’attività sessuale oppure situazionale, se dipende dal partner o dalla situazione.

Le cause dell’impotenza maschile possono essere sia organiche, sia psicologiche: queste ultime generalmente predominano nella popolazione giovane.

Disfunzione erettile: cause organiche

Le cause organiche interessano soprattutto la popolazione anziana, ma negli ultimi anni non è raro ritrovarle anche in soggetti con meno di 50 anni.

Sono diverse le malattie che possono causare impotenza erettile: tra queste vi sono sindromi endocrine (iper-prolattinemia, sindrome di Cushing, ipogonadismo), malattie vascolari, disturbi psichiatrici (neuropatie, Alzheimer, morbo di Parkinson) e malattie metaboliche (diabete, insufficienza epatica).

Non raramente la disfunzione erettile è causata dall’assunzione di farmaci (causa iatrogena) come cortisonici, farmaci per abbassare la pressione e psicofarmaci.

Sono classificate come cause organiche anche le abitudini voluttarie come il fumo, l’abuso di droghe o alcol, la sedentarietà, le dislipidemie e l’obesità.

La disfunzione erettile da problemi psicologici

disfunzione-erettile psicologicoPer cause psicologiche non si intendono i disturbi mentali che sono classificati come malattie psichiatriche: in poche parole, chi è colpito da impotenza a causa di un problema psicologico non è malato di mente e può essere curato con terapie opportune.

Le cause psicologiche più comuni di impotenza maschile sono la depressione, l’ansia, i conflitti interpersonali, lo stress e alcuni condizionamenti ambientali. I problemi psicologici di erezione molte volte derivano dalla cosiddetta “ansia da prestazione“, comunissima nei soggetti giovani alle prime esperienze e che possono aver sperimentato un fallimento nel rapporto.

Altre cause molto comuni di impotenza erettile sono un rapporto conflittuale con il partner, una percezione di rifiuto (per esempio a causa dell’aspetto fisico) o la distrazione durante il rapporto.

Molto comune negli uomini è l’impotenza da stress, causata dalla tensione sul lavoro, in famiglia o da problemi con il partner, che possono ripercuotersi sulla vita intima.

La disfunzione erettile di natura psicologica non si verifica nell’autoerotismo, segno che la natura del problema risiede solo nel rapporto del soggetto con il partner, con la situazione in cui si verifica l’impotenza o in altre cause che condizionano la percezione della vita sessuale.

L’impotenza di origine psicologica è curabile

Le cause psicologiche dell’impotenza sono le più complesse da trattare, perché intervengono numerosi fattori di natura personale, educativa, ambientale e psicologica. Al contrario delle cause organiche, che possono essere trattate con successo con i farmaci o integratori naturali, le cause psicologiche della disfunzione erettile variano notevolmente da uomo a uomo e non esiste una terapia psicologica che vada bene per tutti i casi.

Fortunatamente, questo tipo di disfunzione non è permanente ed è sufficiente risolvere le cause (quali che siano) per ripristinare l’equilibrio nella vita sessuale del soggetto.

fabio

View more posts from this author