La situazione dei ballottaggi alle elezioni 2016

Si andrà al ballottaggio in molti comuni italiani chiamati al voto lo scorso 5 giugno.
In particolare, saranno ben sette le città importanti in cui si andrà a ballottaggio, ovvero: Bologna, Brindisi, Milano, Napoli, Roma, Torino e Trieste.  L’unica eccezione tra le grandi città è Cagliari, in cui Massimo Zedda (SEL), sindaco uscente, ha raggiunto il 50,86% dei voti (staccando di oltre 18 punti percentuali il suo diretto avversario, Piergiorgio Massidda, di ”Forza Italia”), riconfermandosi primo cittadino del capoluogo sardo.

La situazione città per città

A Brindisi si andrà al ballottaggio tra i candidati Fernando Marino (del Partito Democratico) e Angela Carluccio (sostenuta da cinque liste civiche).
I due candidati hanno ottenuto un numero di voti non molto distante tra loro: a Marino sono andati 15.474 voti (il 32,07% dei voti complessivi), mentre ad Angela Carluccio 11.872 (24,61%).

Bologna conferma una certa fiducia per Virginio Merola, sindaco della città dal maggio del 2011. Il Pd e le liste a lui collegate hanno ottenuto il 39,48% (68.772 voti), seguita da Lucia Borgonzoni (Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia), che con il 22,27% (pari a 38.807 voti), che si presenta ai ballottaggi delle elezioni amministrative con Merola. Anche se apparentemente Merola ha un vantaggio enorme, la situazione è delicata e per niente scontata, poiché ci sono partiti forti che potrebbero determinare colpi di scena. Il caso del Movimento 5 stelle bolognese, che con Massimo Bugani ha ottenuto il 16,58%, rappresenta una delle forze che potrebbero sovvertire il risultato che sembra scontato a favore di una riconferma di Merola.Elezioni-amministrative-comunali-2016

A Trieste, al primo turno, ha ottenuto un netto vantaggio sugli avversari il candidato del centro-destra, Roberto Dipiazza. Dipiazza ottiene il 40,81%, mentre il suo sfidante al ballottaggio, Roberto Cosolini (Sel, Trieste Solidale, Verdi e altre liste civiche di sinistra), ha ottenuto il 29,22%. In caso di vittoria, per Roberto Dipizza sarebbe il secondo mandato da sindaco di Trieste, dopo la vittoria alle amministrative del 2006.

Milano è una delle città più importanti tra quelle che andranno ai ballottaggi per le elezioni amministrative 2016 ed è anche la città in cui i due candidati sono più appaiati: Giuseppe Sala (sostenuto dal Pd e altre liste) ha ottenuto il 41,69% dei voti, mentre il candidato del centro-destra, Stefano Parisi (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia), il 40,77%. Dunque, la sfida tra i candidati al ballottaggio è apertissima a Milano. Da rilevare il 10,33 % dei voti del Movimento 5 Stelle, che si conferma la terza forza politica in città (ha ottenuto, precisamente, ben 54.099 voti).

Roma è una sorpresa un po’ per tutti: Virginia Raggi, esponente emergente del Movimento 5 Stelle, con i suoi 453.806 voti è la candidata numero uno a Roma. La Raggi non ottiene la maggioranza e si ferma al 35,25%, e affronterà al ballottaggio il candidato del Pd Roberto Giachetti, che ha ottenuto il 24,87% dei consensi.
Buono anche il 20,86% ottenuto da Giorgia Meloni, anche se rappresenta una pesante sconfitta, più in generale, per il centro-destra romano.

Napoli ripropone il duello andato in scena alle scorse elezioni amministrative, nel maggio 2011, i cui protagonisti erano gli stessi di oggi: Luigi De Magistris (sindaco uscente) e Gianni Lettieri, che saranno i due candidati che andranno al ballottaggio.
De Magistris ha ottenuto nel primo turno il 42,82%, mentre Lettieri si è fermato al 24,04%. Vedremo come andranno a finire questi ballottaggi delle elezioni 2016, il prossimo 19 giugno.

AlessandraConti

View more posts from this author